Conversazioni Filosofiche 9 | Bachi Da Setola

Conversazioni Filosofiche 9

Le conversazioni filosofiche sono degli incontri promossi dall’associazione culturale Bachi da Setola. Questo laboratorio é stato creato con lo scopo di offrire al partecipante un approccio alla filosofia, ai testi e al lessico della tradizione filosofica e alla storia delle idee . Insieme capiremo come si legge un testo filosofico, come ci si avvicina al suo linguaggio tecnico e come lo si colloca storicamente.

A partire dall’analisi di un estratto filosofico si individueranno quelli che sono gli strumenti volti a formare o nutrire il pensiero critico, poiché come sappiamo, la filosofía è “l’uso del sapere a vantaggio dell’uomo”.

L’invito è consapevolmente rivolto a tutti. Le conversazioni verranno portate avanti con forte spirito divulgativo e con chiarezza. Una parte rilevante degli incontri sarà dedicata alle domande e osservazioni dei partecipanti, a partire da queste ultime si cercherà di sviluppare un dibattito che abbia come fulcro l’argomento del testo trattato. Questa dimensione di confronto pone come conditio sine qua non della riuscita della conversazione la lettura del testo da parte di tutti i partecipanti. L’unico modo per poter contribuire proficuamente al dibattito è la partecipazione consapevole ed informata, che si può realizzare almeno in questo caso attraverso la semplice lettura di un testo che sarà fornito con largo anticipo dagli organizzatori scaricabile nei link seguenti.

DOMENICA 22 DICEMBRE ore 18,00 • Museo Pino Pascali • Polignano a Mare

Epicuro
Lettera a Meneceo,
tratto da Opere, Einaudi, Torino 1960, pp. 105-117. 

Introduce e modera Michele Carone

> Scarica il testo qui.

Vivere la filosofia! In egual misura per il vecchio e per il giovane essa rappresenta secondo Epicuro un bisogno umano, una necessità pari a qualsiasi altra necessità che caratterizza la nostra esistenza. Attraverso la lettura e l’esposizione del testo vogliamo porci come obiettivo quello di sviscerare le molteplici chiavi di lettura di uno dei più celebri manifesti della filosofia occidentale in senso pratico, quali il senso della vita e il suo rapporto con la morte fino ad arrivare al significato più profondo che caratterizza quella tradizione millenaria che fa della filosofia la madre di tutte le discipline.

 

VENERDì 27 DICEMBRE ore 18,00 • Museo Pino Pascali • Polignano a Mare

Filosofia e Psicologia, Archivio Foucault,
Vol 1 1961-70, Feltrinelli, Milano 1996, pp. 99-109

Introduce e modera Filippo Calderaro

Scarica i testo qui.

Foucault e Badiou sono due maestri della filosofia contemporanea francese. Il testo qui proposto è un rapido scambio di impressioni sul ruolo, l’origine e le prospettive della psicologia attraverso la domanda Kantiana “Che cos’è l’uomo?”. In essa viene presentato secondo Foucault l’atto fondante dell’antropologia moderna. La psicologia e i suoi rapporti con la filosofia sono i temi introdotti e sinteticamente sviscerati in questo colloquio, con una semplicità e scorrevolezza che rendono il testo adatto alla lettura di tutti.

 

VENERDì 3 GENNAIO ore 18,00 • Museo Pino Pascali • Polignano a Mare

Steven Dowden,
“Metafora, malattia e letteratura: ovvero a colazione con Nikolaj Stepanovič.”

Introduce e modera Mariangela Pellegrini

Scarica il testo qui.

In qual misura la dimensione metaforica della malattia influenza il modo in cui viviamo la malattia stessa? Quando diciamo per esempio “devo vincere la battaglia contro il cancro” vediamo la malattia nei termini di impegno e di conquista militare. Con questo incontro vorremmo analizzare attraverso il testo “Metafora, malattia e letteratura, ovvero a colazione con Nikolaj Stepanovič”, gli effetti dannosi che una metafora può esercitare sulla comprensione che abbiamo della malattia, quali tristezza, isolamento, senso di colpa. Nello specifico ci focalizzeremo sugli effetti prodotti dalla retorica inerente al cancro mettendo in luce come “l’idea di cancro” (pregiudizi, paure e miti) nasca da un’immagine clinica specifica, ovvero la morte delle cellule tumorali che diventa responsabilità morale del paziente.

 

DOMENICA 5 GENNAIO ore 18,00 • Museo Pino Pascali • Polignano a Mare

Henri Bergson,
Materia e memoria, Laterza, Bari 1996, pp. 113-127.

Introduce e modera Rossella Attolini

Scarica il testo qui.

Sin dall’antichità il tema della memoria ha rappresentato un misterioso oggetto di indagine, non solo da parte dei filosofi, ma anche di scienziati e poeti. In questa sessione delle Conversazioni filosofiche saremo alle prese con un testo di Henri Bergson, tratto dal suo celebre “Materia e memoria”, in cui ha riflettuto sulla differenza tra ricordo e immaginazione, nonché sul rapporto del nostro corpo con il passato e il presente.

 

Ingresso gratuito  / Obbligatoria la lettura del testo 

Info • T. 333 7843771  / info@bachidasetola.it