Bachi on Radio. That good old 70s show | Bachi Da Setola

Bachi on Radio. That good old 70s show

Fine anni ’60. Su un vascello ormeggiato in acque internazionali un gruppo di ragazzi, acompagnati da un eccentrico finanziatore, fonda Radio Caroline, che sarà consegnata alla leggenda come la prima radio pirata della storia. Pirata perchè illegale e pirata perchè trasmessa da un vero equipaggio di pirati. E soprattutto pirata perchè sovversiva.
Dalle nascoste trasmittenti di migliaia di giovani cominciavano a venir fuori vibrazioni nuove (prevalentemente di matrice funk e rock’n’roll) che svegliavano muscoli e coscienze dei ragazzi dell’epoca. Vibrazioni ad alto rischio rivoluzionario e pertanto fortemente osteggiate dalle istituzioni e dal mondo adulto.
Nei primi anni ’70 però la compostezza borghese deve cedere alla lotta sonora principiata da questa nuova ondata di voci urlate e groove morbidi, dovendo riconoscere il sempre crescente successo dei due generi sopracitati. E così le radio “pirata” si trasformano in radio “private”, espandendosi a macchia d’olio su tutto il globo e specialmente negli Stati Uniti, dove ha la sua genesi il format del 70s show, al quale ci ispiriamo con il nostro programma Bachi on Radio.
Le nostre puntate vertono su temi culturali e musicali assai cari agli show radiofonici di quegli anni, come cinema di controcultura, arte visuale, fumetti e novità musicali, coadiuvati dal contatto diretto con gli ascoltatori che proprio negli anni ’70 diventa un “must”, tutt’oggi imprescindibile per qualsiasi trasmissione moderna.
E proprio questo filo diretto con il pubblico comincia rendere popolare la figura dello speaker, con l’ascoltatore che per la prima volta associa voci a nomi, stili a personalità, intonazioni a personaggi.
In definitiva Bachi on Radio nasce con l’intezione di ricreare l’atmosfera di un ’70 show, rivisitandolo in chiave moderna per garantirne la fruibilità, mal celando un velo di nostalgia per un’epoca magica che non può tornare.
Tutti i mercoledì, dalle ore 21.00, Radio Bachi è “Bachi on Radio!”